Gallette di riso: amiche o nemiche della linea?

C’è chi le ama e chi le odia, c’è chi le mangia per piacere e chi per dimagrire… ma per chi segue una dieta senza glutine sono un indispensabile alleato quotidiano da sgranocchiare liberamente come sostitutivo del pane! L’importante però è usare i condimenti giusti per valorizzarle al massimo e prendere coscienza della qualità di ciò che si mangia: non tutte le gallette di riso sono uguali!
Versatili, leggere e prive di grano, è vero, ma comunque non è il caso di abusarne perché spesso hanno un’eccessiva quantità di sodio e un elevato indice glicemico capace di creare un immediato senso di sazietà che poi tende a svanire dopo poco tempo. Per evitare spiacevoli sorprese come improvvisi attacchi di fame vi conviene controllare sempre le etichette del cibo gluten-free che comprate per scegliere il prodotto più iposodico, con il minor numero di calorie e il minor numero di ingredienti elencati nella ricettazione.
Una volta trovata la galletta di riso più sana e più buona, dovete solo decidere come condirla, sapendo che potrete gustarla serenamente perché l’assenza di lievito eviterà qualsiasi gonfiore addominale a voi e ai vostri ospiti. Se amate i gusti dolci provatele a colazione o a merenda con l’aggiunta di marmellata o con burro e miele. Se invece amate i gusti salati spalmatele con formaggio cremoso e adagiatevi sopra dei filetti di salmone affumicato, spolverati con pepe verde e gocce di lime. Ma se volete davvero esagerare preparate voi stessi le gallette di riso in casa seguendo questa ricetta.
Se ci riuscite potrete inventare ogni giorno un dessert creativo o un antipasto irresistibile senza glutine e fatto a mano, da offrire orgogliosamente anche agli amici che non soffrono di celiachia!